Il deposito delle sculture di Villa Borghese. Roma 2015

08/07/2015 Roma. Apre al pubblico il Deposito delle sculture di villa Borghese. Le opere, tra il 1966 e il 1999 furono rimosse, per impedire furti e vandalismi, e sostituite con delle copie.

08/07/2015. Apre al pubblico il Deposito delle sculture di villa Borghese. Una delle attrattive di Villa Borghese sono le statue che ornano il parco. Purtroppo molte sono gravemente danneggiate, mutilate, senza mani, senza testa. Ma quello che i ladri o i vandali si sono portati a casa è stato un misero bottino: nient’altro che un pezzo di cemento. Le statue infatti, tra il 1986 e il 1999 furono tutte rimosse, per impedire furti e vandalismi, e sostituite con delle copie.  La Sovrintendenza capitolina ha restaurato le sculture originali  e oggi  il pubblico le può ammirare  in un giardino sul retro del Museo Pietro Canonica e in uno spazio interno allo stesso Museo, in tutto 80 opere molte delle quali appartenevano alla celebre collezione Borghese. Il Museo Canonica, l’affascinante casa-studio dello scultore, è uno degli otto musei gratuiti di Roma Capitale (gli altri sono: Villa di Massenzio, Museo Barracco, Museo Bilotti,  Museo Napoleonico, Museo Della Repubblica Romana e della Memoria Garibaldina, Museo Delle Mura, Museo Di Casal De’ Pazzi)

 

Mimmo Frassineti
Mimmo Frassineti vive a Roma. Ha studiato al Liceo Giulio Cesare, quindi all’Università La Sapienza laureandosi in Storia dell’arte moderna. I suoi primi lavori sono stati come scenografo, nel cinema e nella televisione, e come illustratore per alcune riviste. Si è poi dedicato, da free-lance, alla fotografia e al giornalismo, seguendo soprattutto la voglia di viaggiare. Nel 1970, al quotidiano "La Stampa", copre eventi di attualità politica, sociale e culturale. Nel 1971 entra nella agenzia Team, che lascia nel ’76 per fondare, con altri colleghi, l'A.G.F. che si afferma come agenzia fotogiornalistica nazionale. Nasce, nello stesso anno, La Repubblica, con cui Frassineti instaura un intenso rapporto di lavoro. Dal 1987 collabora con il Venerdì, realizzando reportages da Irak, Siria, Israele, Libano, Yemen, Turchia, Tunisia, Etiopia, Russia, Romania, Polonia, Bangladesh, Cina, Stati Uniti, e da quasi tutte le nazioni dell'Europa occidentale. Ma, fra i temi che ha più approfondito, c’è Roma, nei suoi molteplici aspetti. Pubblica anche su l’Espresso, Archeo e National Geographic e altri settimanali e quotidiani italiani e stranieri. Autore di mostre e libri fotografici, ha svolto attività didattiche e di promozione culturale nel campo della comunicazione visiva.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *