Incontro con Man Ray, Fregene, 1975

Incontro con Man Ray.
Il 3 luglio 1975 ricevetti dalla rivista Panorama l’incarico di fotografare Man Ray. L’artista era in Italia per la grande mostra che avrebbe inaugurato a Roma al Palazzo delle Esposizioni. In quei giorni si trovava a a Fregene, a casa di un amico, dove la rivista aveva preso un appuntamento per me.

Dunque stavo per incontrare Man Ray! Mentre guidavo lungo la via Aurelia, mi preparavo mentalmente. In realtà ero un po’ preoccupato. “Forse sarà uno snob, un tipo pieno di sé. D’altra parte – pensavo – un genio come lui può permetterselo.”

Arrivato suonai il campanello di un cottage tra la pineta e il mare. Fui condotto in un cortile interno sotto una pergola. Man Ray era seduto a un tavolo coperto da una tovaglia a scacchi. Aveva davanti a sé una scacchiera e una tazza di caffè. Teneva  tra le dita un sigaro toscano.

Le mie previsioni pessimistiche furono certamente smentite, poiché di rado ho incontrato qualcuno più amabile. Infatti si è prestò volentieri alle foto e mi ha regalato, con una dedica, il catalogo della sua mostra, che considero tra i miei beni più preziosi.

Infine fu una bella esperienza. La serie di ritratti  qualche anno dopo l'ho presentata in una mostra alla galleria Underwood - un posto speciale per la fotografia in quegli anni a Roma. 

 

Mimmo Frassineti
Mimmo Frassineti vive a Roma. Ha studiato al Liceo Giulio Cesare, quindi all’Università La Sapienza laureandosi in Storia dell’arte moderna. I suoi primi lavori sono stati come scenografo, nel cinema e nella televisione, e come illustratore per alcune riviste. Si è poi dedicato, da free-lance, alla fotografia e al giornalismo, seguendo soprattutto la voglia di viaggiare. Nel 1970, al quotidiano "La Stampa", copre eventi di attualità politica, sociale e culturale. Nel 1971 entra nella agenzia Team, che lascia nel ’76 per fondare, con altri colleghi, l'A.G.F. che si afferma come agenzia fotogiornalistica nazionale. Nasce, nello stesso anno, La Repubblica, con cui Frassineti instaura un intenso rapporto di lavoro. Dal 1987 collabora con il Venerdì, realizzando reportages da Irak, Siria, Israele, Libano, Yemen, Turchia, Tunisia, Etiopia, Russia, Romania, Polonia, Bangladesh, Cina, Stati Uniti, e da quasi tutte le nazioni dell'Europa occidentale. Ma, fra i temi che ha più approfondito, c’è Roma, nei suoi molteplici aspetti. Pubblica anche su l’Espresso, Archeo e National Geographic e altri settimanali e quotidiani italiani e stranieri. Autore di mostre e libri fotografici, ha svolto attività didattiche e di promozione culturale nel campo della comunicazione visiva.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *