La banda musicale Moet & Chandon. Epernay, 1898

 

Non ho trovato traccia nel web della banda musicale Moet & Chandon, che doveva però essere un’istituzione consolidata e apprezzata, a giudicare dalle magnifiche divise e dalla consapevole dignità dei settanta elementi schierati in posa nel cortile, immagino, dell’antico stabilimento in rue de Champagne a Epernay. Al centro il maestro, con la bacchetta. Alla sua sinistra il capo della formazione esibisce una medaglia appuntata sulla giacca. Alla destra siede un signore dall’aria molto padronale. I grandi ottoni sono accumulati ai piedi del gruppo. Non so immaginare come la foto sia arrivata a Porta Portese. E’ una stampa a contatto 18×24, assai nitida, contenuta in un passe-partout di cartone con un fregio a rilievo. In basso a destra la firma “De Jongh Freres, Phot. 21 Boul. D’Inkermann, Neuilly-Paris”. Fu un importante atelier “Noto per gli album sull’esercito francese e l’esercito Russo. Realizzarono immagini delle classi delle scuole superiori di Parigi e provincia, di gruppi di militari, di imprese industriali o fabbriche”. (Wikipedia)

Mimmo Frassineti

Mimmo Frassineti vive a Roma. Ha studiato al Liceo Giulio Cesare, quindi all’Università La Sapienza laureandosi in Storia dell’arte moderna. I suoi primi lavori sono stati come scenografo, nel cinema e nella televisione, e come illustratore per alcune riviste. Si è poi dedicato, da free-lance, alla fotografia e al giornalismo, seguendo soprattutto la voglia di viaggiare. Nel 1970, al quotidiano “La Stampa”, copre eventi di attualità politica, sociale e culturale. Nel 1971 entra nella agenzia Team, che lascia nel ’76 per fondare, con altri colleghi, l’A.G.F. che si afferma come agenzia fotogiornalistica nazionale. Nasce, nello stesso anno, La Repubblica, con cui Frassineti instaura un intenso rapporto di lavoro. Dal 1987 collabora con il Venerdì, realizzando reportages da Irak, Siria, Israele, Libano, Yemen, Turchia, Tunisia, Etiopia, Russia, Romania, Polonia, Bangladesh, Cina, Stati Uniti, e da quasi tutte le nazioni dell’Europa occidentale. Ma, fra i temi che ha più approfondito, c’è Roma, nei suoi molteplici aspetti. Pubblica anche su l’Espresso, Archeo e National Geographic e altri settimanali e quotidiani italiani e stranieri. Autore di mostre e libri fotografici, ha svolto attività didattiche e di promozione culturale nel campo della comunicazione visiva.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *