Toti Scialoja, 1976-1991

Roma,10 giugno 1991. Toti Scialoja nel suo studio.

Si celebra al MACRO con due importanti mostre il centenario della nascita di Toti Scialoja.  Era  mio amico e, prima ancora, amico di mio padre. L’ho fotografato nella sua casa-studio due volte, nel 1976 e nel 1991. In quest’ultima circostanza mi ha dedicato il quadro che stava dipingendo. La grande tela era fissata al pavimento con nastro adesivo, mentre intorno Scialoja aveva creato un paravento per salvare le pareti dagli schizzi di colore.  Mischiava lui stesso i pigmenti  con il vinavil e brandiva pennelli larghi e piatti. Ho anche alcune immagini scattate nel novembre 1980 all’Accademia di Belle Arti, di Scialoja con i suoi studenti.

Mimmo Frassineti
Mimmo Frassineti vive a Roma. Ha studiato al Liceo Giulio Cesare, quindi all’Università La Sapienza laureandosi in Storia dell’arte moderna. I suoi primi lavori sono stati come scenografo, nel cinema e nella televisione, e come illustratore per alcune riviste. Si è poi dedicato, da free-lance, alla fotografia e al giornalismo, seguendo soprattutto la voglia di viaggiare. Nel 1970, al quotidiano "La Stampa", copre eventi di attualità politica, sociale e culturale. Nel 1971 entra nella agenzia Team, che lascia nel ’76 per fondare, con altri colleghi, l'A.G.F. che si afferma come agenzia fotogiornalistica nazionale. Nasce, nello stesso anno, La Repubblica, con cui Frassineti instaura un intenso rapporto di lavoro. Dal 1987 collabora con il Venerdì, realizzando reportages da Irak, Siria, Israele, Libano, Yemen, Turchia, Tunisia, Etiopia, Russia, Romania, Polonia, Bangladesh, Cina, Stati Uniti, e da quasi tutte le nazioni dell'Europa occidentale. Ma, fra i temi che ha più approfondito, c’è Roma, nei suoi molteplici aspetti. Pubblica anche su l’Espresso, Archeo e National Geographic e altri settimanali e quotidiani italiani e stranieri. Autore di mostre e libri fotografici, ha svolto attività didattiche e di promozione culturale nel campo della comunicazione visiva.

2 Comments

  1. Gentile Mimmo,
    sono Barbara Drudi la nipote di Toti e vedo con grande piacere – e con nostalgie – le sue bellissime foto! Vorrei però fare una piccola precisazione: il centenario non è nel 2015 (come sembrerebbe guardando il suo sito) ma è stato nel 2014. Il Macro sta per aprire una mostra ‘in ritardo’ quindi.
    Grazie
    Barbara

    1. Gentile Barbara, scusi se le rispondo con un mese di ritardo, ma per problemi relativi al sito. Alcune di queste foto dovrebbero essere esposte alla imminente mostra Gli amici di Scialoja. Magari sarà l’occasione per incontrarci.
      Un saluto cordiale
      Mimmo

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *